Gestawean OxiLiv: UN SUINETTO IN PIÙ!

Gestawean è un marchio dedicato ai prodotti per scrofe, mirato all'incremento del numero totale di suinetti svezzati per scrofa all'anno, e al miglioramento del peso, dell'uniformità e della crescita nei nati vivi. OxiLiv è un prodotto destinato alle scrofe nei 5 giorni che precedono il parto, con l'obiettivo di migliorarne l'efficienza e di ottenere una maggiore ossigenazione della nidiata.

 

Tutti gli operatori del settore suinicolo sono perfettamente coscienti del miglioramento genetico del parco riproduttori avvenuto negli ultimi anni. Questo ha comportato notevoli vantaggi in termini di prolificità e produzione di suinetti per scrofa-anno.

L’unico aspetto leggermente più problematico è legato al peso vivo medio dei suinetti alla nascita. Tale valore, cambia tanto quanto il numero di suinetti nati in totale: più le nidiate sono numerose, più il peso medio alla nascita sarà basso.

 

Il rischio di mortalità di suinetti in lattazione è tanto maggiore quanto è inferiore il loro peso medio alla nascita. Il tasso di mortalità in lattazione per i suinetti nati con un peso sotto il chilo è del 30%.

Il problema dei nati morti e della mortalità pre-svezzamento

Grazie al contributo fornito dal progresso genetico, di cui parlavamo precedentemente, le nidiate diventano sempre più numerose. Di conseguenza ci sono più suinetti nel canale uterino che devono nascere, e ne derivano maggiori rischi di assenza o carenza di ossigeno a carico dei suinetti che nasceranno per ultimi. Questo comporta:

  • un trend crescente di suinetti nati morti;
  • una percentuale più elevata di suinetti più deboli e sottopeso, i quali non assumono abbastanza colostro e andranno incontro a un tasso di mortalità in lattazione più elevato;
  • una perdita economica:
    • numero minore di suinetti svezzati;
    • variazioni in termini di peso che sfociano in tempi superiori a raggiungere il peso di vendita;
  • costi di produzione più elevati:
    • maggiore cure al parto (assistenza-monitoraggio);
    • maggiori costi relativi alle cure da somministrare a suinetti “sottopeso”;
  • tematiche relative al benessere animale:
    • utilizzo di antibiotici.

La risposta aziendale a tale problematica si riassume in prodotto chiamato Gestawean OxiLiv, ovvero un prodotto liquido da somministrare alle scrofe nei 5 giorni precedenti il parto. Il trattamento con OxiLiv ci consentirà di abbassare il Ph del sangue nelle scrofe con un conseguente aumento dell’ossigenazione della placenta. Questo significa una maggior quantità di ossigeno a disposizione dei suinetti prossimi alla nascita. Tutto questo si traduce in:

  • meno interventi necessari nel processo di parto;
  • una diminuzione del numero di nati morti;
  • un incremento della produzione di colostro;
  • una diminuzione della mortalità durante il periodo di lattazione;
  • suinetti più pesanti allo svezzamento.

Gestawean OxiLiv

Può essere somministrato attraverso l’acqua di bevanda ad una concentrazione dell’1% (10 ml ogni litro di acqua) ed assunto i 5 giorni prima del parto. Test sperimentali dimostrano come la presenza di OxiLiv non influenza negativamente l’assunzione di acqua da parte della scrofa. 

Mediamente una scrofa beve 15 litri di acqua al giorno negli ultimi giorni precedenti il parto. Ciò significa che per un trattamento di 5 giorni, ci vogliono 750 ml di prodotto per scrofa.

 

Prove di campo

Gestawean OxiLiv è stato sperimentato in numerose prove. Di seguito ne sono riportate tre, condotte nel Centro di Ricerca (SRC - Swine Research Center) a Boxmeer (Paesi Bassi).

In due delle tre prove è stata misurata la quantità di colostro ingerita dai suinetti: i risultati mostrano che i suinetti nati da scrofe trattate con OxiLiv assumono una quantità di colostro più elevata. 

Nella terza prova si è notato come le scrofe trattate abbiano avuto bisogno del 50% in meno di interventi in assistenza al parto rispetto ai due gruppi delle scrofe non trattate.

In estrema sintesi, Il valore aggiunto per l'allevatore utilizzando OxiLiv è:

  • da 0,5 a 1 suinetto nato vivo in più per parto;
  • Nidiate più uniformi e suinetti più forti con un miglior I.P.G.;
  • meno lavoro;
  • Meno problemi con le filiere;
  • Uso di antibiotici ridotto.