Trouw Transition 2016:

4 pilastri per un periodo di transizione soddisfacente

La fase di transizione della vacca da latte è quel periodo di tempo che intercorre tra la messa in asciutta e la primissima fase della lattazione seguente; fino ai primi 30 giorni secondo la maggior parte degli autori, in tutto circa 90-100 giorni.

Sono i 100 giorni più difficili, e non può essere diversamente: in questi 100 giorni si cessa la produzione di latte, avviene il parto e comincia una nuova lattazione, il che richiede anche 4-5 cambiamenti di gruppo e 3 drastiche modifiche della razione.

Non a caso, la maggior parte delle malattie si manifesta in questa fase, ed è sempre durante questa fase che si perde il maggior numero di vacche. Inoltre, l’andamento della transizione condiziona pesantemente la lattazione seguente e la fertilità, è chiaro perciò che la fase di transizione è il periodo più importante per il reddito di una azienda di vacche da latte.

Il concetto di base di questo nuovo approccio sono i quattro i pilastri su cui si basa un periodo di transizione soddisfacente:

1. Stress: la presenza di un eccessivo livello di stress di origine ambientale, gestionale o sociale interferisce sui livelli alimentari, l’attività del fegato, il metabolismo minerale e l’immunità.

2. Rumine: è il primo organo che si deve adattare ai cambiamenti, passando da razioni molto concentrate a razioni molto fibrose e poi di nuovo a diete concentrate, e questo in poco tempo. Deve anche garantire una adeguata assunzione di alimento, senza la quale ogni programma alimentare è destinato a fallire.

3. Fegato: l’organo più stressato durante la transizione, deve adattarsi rapidamente a gestire quantità di grassi imponenti e a produrre glucosio in abbondanza. Il suo malfunzionamento altera tutti i metabolismi, compreso quello minerale.

4. Minerali: il più noto problema della fase di transizione è l’ipocalcemia, causa del collasso puerperale, ma anche di molte altre patologie, dalla ritenzione di placenta, alla metrite, alla dislocazione d’abomaso, fino alle mastiti del puerperio. A sua volta è però la conseguenza di svariate situazioni, problemi epatici, eccesso di potassio, carenza di magnesio, ma anche banalmente di una ingestione insufficiente o di sovraffollamento.

Scopri i quattro prodotti specifici per affrontare la fase di transizione:

Trouw Top Dry

Trouw Gluco Start

Trouw Gluco Dry

Trouw Anion Start

Chiudi
I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di Trouw Nutrition Italia. Ti informiamo comunque che non viene fatto uso di tali cookies per la profilazione degli utenti, né vengono impiegati altri metodi di tracciamento. Ulteriori informazioni