Stress da caldo: l’idratazione è l’elemento chiave per mantenere il tasso di fertilità, la produzione e la qualità del latte

Come si misura lo stress da caldo in stalla?

  • Temperatura e umidità dell’ambiente: indice THI < 72
  • % di capi in iperventilazione e ipertermia: -15% > 80 atti resp./min, temp.rettale > 39,5°C
  • Distribuzione delle vacche nella stalla 

Come si difendono le vacche dal caldo?

  • Producendo meno calore, il calo dell'attività tiroidea porta ad un calo del metabolismo basale che a sua volta ha effetti negativi sul tono muscolare, sull'appetito e sull'attività.
  • Eliminando più calore, la vacca suda di più perdendo acqua e potassio, ha un respiro più accelerato con conseguente perdita di ossigeno e anidride carbonica, beve maggiormente con maggiore escrezione di urina, perdita di ossigeno, sodio e acido carbonico.

Così facendo la vacca mangia meno, si muove meno…e produce meno!

Conseguenze dello stress da caldo:

Lo stress da caldo determina disidratazione. La disidratazione predispone la vacca in lattazione, in particolare nel post parto, ad una maggiore incidenza di patologie metaboliche (come la chetosi). 

Trouw Nutrition ha messo appunto un protocollo... Approfondisci

 

12 maggio 2020

Costo razione: cosa incide sulla redditività aziendale

Valutare come e quanto incide il costo dell'alimentazione sui costi aziendali e sulla redditività dell'azienda stessa richiede un'attenta analisi anche del "se e quando" può essere vantaggioso abbassare i costi e le modalità possibili per farlo per evitare il rischio di incorrere in problematiche che si trasformerebbero inevitabilmente in ulteriori costi che peserebbero negativamente sul bilancio economico della vostra azienda.

Bisogna puntare sull’efficienza dell’allevamento, soprattutto dell’alimentazione

 

In particolari situazioni, come ad esempio un calo del prezzo del latte, posso optare per una razione complessivamente più economica ma devo prestare attenzione alla scelta di alimenti meno costosi in quanto questi possono poi presentare dei problemi di digeribilità. In questo caso sarà quindi necessario integrare la razione per risolvere questi limiti di digeribilità aumentando la fermentazione, che porterà quindi ad un assorbimento di nutrienti pari alla razione formulata con alimenti più costosi.

I prodotti della linea TrouwGreen servono a migliorare la resa delle fermentazioni ruminali:

  • vanno benissimo per migliorare le performance degli animali
  • vanno altrettanto bene per abbassare il costo razione senza perdere produzione o compromettere la fertilità o la salute della mandria

I prodotti della linea TrouwGreen contentengono ...Approfondisci

27 aprile 2020

La conservazione dei foraggi in allevamento

L'insilato è il prodotto di una tecnica di conservazione del foraggio che si realizza per acidificazione della massa vegetale ad opera di microrganismi anaerobi allo scopo d'impedire a microrganismi alteranti e potenzialmente tossici di proliferare all'interno della massa provocandone il consumo (perdita di valore nutritivo) e lo sviluppo di sostanze insalubri.

Come garantire le condizioni per una buona fermentazione lattica?

  1. presenza di lattobacilli
  2. presenza di zuccheri (min 10% ss)
  3. assenza di aria
  4. umidità 60-70%

Vanno bene tutti i tipi di acidificanti?

 ...Approfondisci

20 aprile 2020 

Gastroenteriti del vitello: buone pratiche di biosicurezza

Gli agenti microbici manifestano la loro patogenicità modulandola in funzione del realizzarsi di fattori favorenti e scatenanti.

I vitelli deboli sono da aiutare.
La temperatura può essere normale, elevata o bassa a seguito di grave disidratazione.
La sintomatologia principale è la disidratazione conseguente alla perdita di liquidi ed elettroliti (secchezza della cute, infossamento dei bulbi oculari, decubito laterali ed acidosi metabolica).
La respirazione è frequente e profonda (anche in assenza di patologie polmonari).
È importante, soprattutto ai fini di instaurare un corretto intervento terapeutico veterinario, mantenere reidratato il vitello.

I 3 pilastri della biosicurezza

...Approfondisci

15 aprile 2020

Di fronte alla richiesta di diminuire la produzione di latte dobbiamo ricordarci dell’importanza della salute dei nostri animali, che rappresenta il futuro della nostra azienda.

Per questo è prioritario adottare accorgimenti per evitare che, finita l’emergenza, i nostri animali non manifestino problematiche sanitarie che impedirebbero di far ripartire la produzione a pieno regime. Per far fronte invece ad un calo del prezzo del latte dobbiamo lavorare sull’efficienza dell’allevamento e soprattutto dell’alimentazione, utilizzando le diverse soluzioni di cui Trouw Nutrition dispone. Ugualmente, ad aiutare il bilancio economico, ci aspettiamo anche il calo del prezzo delle materie prime mangimistiche.

Questi i nostri consigli nel caso sia necessario abbassare la produzione di latte!

 

7 aprile 2020